FEDERICO SERRA

Nato il 28 luglio del 1997, in una giornata piuttosto accaldata… immaginatevi la scena: mia madre che mi manda a fare in culo già prima di nascere, in primis per il caldo, ma, soprattutto, perché gli ho fatto perdere mezzo film al cinema. Fortunatamente, poi mi ha visto, ed ha capito che uno, bello, bello in modo assurdo come me, può essere solo amato.

Alunno modello fino al III superiore (liceo scientifico). Grazie ad Io (e non Dio, sono agnostico) però, ho capito l’inutilità della docenza ed ho virato prepotentemente su altre strade, tipo il non fare un cazzo. Questa attività ha riempito le mie giornate insieme alla passione per la NBA (nelle ore notturne) ed al giuoco del Rugby (amore da sempre, in quelle diurne), fornendomi alcune delle mie abilità più spiccate, come il procrastinare e l’attitudine a fare ritardo.

La nullafacenza è diventata allo stesso tempo il mio baluardo di salvezza. Lo schema è stato più o meno questo: io non faccio nulla, mi annoio, mangio per noia e conosco il cibo. CIBO.

“Mah, forse potrei fare della cucina il mio lavoro”.

Ecco, probabilmente è stata una delle prime idee intelligenti che mi siano rimbombate per l’anticamera del cervello.

Adesso tenete conto che, oltre ad essere figo ed avere un gran fisico, cucino anche da Dio. Chiudete le vostre donne a casa. E’ meglio.